top of page
  • Omeobio

KIT ALLERGIA : COME CURARE LE ALLERGIE ! TRATTAMENTO DESENSIBILIZZANTE


Potete acquistare un KIT omeopatico desensibilizzante per il trattamento di:

Pollinosi

Oculorinite Allergica

Asma


Per acquistarlo basta cliccare QUI!




PREMESSA: Il significato Simbolico e Omeopatico del paziente Allergico


La parola allergia è stata coniata dal pediatra austriaco Clemens Von Parquet nel 1906 e deriva dal greco allos = altro e ergon = effetto .

Il soggetto che reagisce in modo allergico manifesta delle reazioni alterate del sistema immunitario . Nel soggetto allergico il sistema immunitario reagisce violentemente a stimoli normali , dopo un contatto ripetuto con la sostanza allergizzante e la formazione di specifici anticorpi ,in seguito ad una reazione antigene – anticorpo ,viene liberata istamina .L’istamina provoca i tipici sintomi L’oculorinite allergica o raffreddore da fieno o l’attacco di asma sono un segnale di iper-reattività del sistema immunitario e causano notevole fastidio alla vita dei pazienti.

Le malattie allergiche rappresentano un problema per il 25% della popolazione italiana. Tra queste si annoverano l’asma bronchiale e le riniti allergiche, provocate prevalentemente dalla produzione e dall’emissione di pollini, provenienti sia da piante arboree che erbacee e selvatiche. Accanto a pollini tipicamente primaverili (Graminacee, Betullacee) esistono pollini tardo-estivi e autunnali (Artemisie, Ambrosie) e taluni che durano quasi tutto l’anno (Parietarie). Dalla presenza di una o più allergie a pollini dipendono la comparsa e la durata della sintomatologia rinitica, che comprende rinorrea acquosa, starnuti, ostruzione nasale, prurito locale e congiuntivite, con notevole lacrimazione.

Gli approcci alla problematica allergica sono essenzialmente due: il primo consiste nel riconoscere, attraverso un’analisi omeopatica repertoriale dei sintomi fisici e psicologici del soggetto, un rimedio omeopatico unitario (OMEOPATIA UNICISTA)che verrà prescritto a cicli e con differenti diluizioni per alcuni anni.

Il secondo approccio, ugualmente efficace, è più sintomatico e necessario, ad esempio, quando la sintomatologia allergica è già iniziata -È possibile utilizzare diluizioni omeopatizzate di pollini e di istamina e fitoterapia che hanno dimostrato efficacia .


COSA SUCCEDE NEL PAZIENTE ALLERGICO, IL SIGNIFICATO SIMBOLICO:


Il sistema immunitario forma antigeni contro allergeni e si difende così dai suoi nemici . L’allergia è un eccesso di difesa dell’organismo . Negli allergici questa giusta difesa viene portata agli estremi .L’allergico si costruisce un’armatura e vede nemici dappertutto . Un numero sempre più alto di sostanze viene dichiarato nemico e di conseguenza l’armatura diventa sempre più robusta ,per poter fronteggiare tutti questi nemici.

In campo militare armarsi è sempre un segno di aggressività , e così anche l’allergia è espressione di forte difesa e aggressività .L’allergico ha problemi con la propria aggressività che però in genere non ammette di avere e quindi neppure vive consapevolmente. ( Il rimedio omeopatico deve portare alla consapevolezza questa aggressività , ritrovare l’equilibrio rieducando l’organismo alla tolleranza nei confronti dell’ambiente circostante e degli allergeni responsabili dei sintomi)

Nel caso dell’allergia , l’allergia è passata dalla psiche nel corpo e qui vi infuria : viene difesa e aggredita ,combattuta e vinta. Innocui oggetti e sostanze vengono dichiarati nemici : pollini di fiori ,polvere ,peli di gatto e di cane o di cavallo ,fumo …la scelta è illimitata – l’allergico non ha paura di niente – combatte con tutti e con tutto , però in genere dà la preferenza ai propri simboli favoriti.

E’ noto quanto sia stretto il rapporto fra aggressività e paura: si combatte sempre ciò di cui si ha paura. Osservando più attentamente le sostanze cui di preferenza si è allergici , si scopre con facilità quali ambienti spaventino tanto l’allergico, al punto che li combatte appassionatamente in una rappresentazione simbolica.

Troviamo in primo luogo i peli di animali domestici , soprattutto quelli del gatto. E’ un simbolo dell’amore e un riferimento sessuale ( vedi gli animali di pezza con cui i bambini vanno a letto) ; la (donna)gatta è morbida, avvolgente ,tenera e tuttavia “animalesca”. Nel cane è più accentuata la componente aggressiva. Nel cavallo la componente di liberazione , di libertà da vincoli.

I pollini dei fiori sono un simbolo di concepimento e riproduzione. Peli di animali e pollini di fiore come sostanze a cui si è allergici mostrano i temi della sessualità , amore , impulso ,fertilità , in tutti questi campi la vita si mostra nella sua forma più vitale ; temi che generano paura e vanno evitati , non lasciati passare in quanto ritenuti aggressivi .L’allergico ha un atteggiamento ostile nei confronti della vita. Il suo ideale è ciò che è sterile ,non fertile , non fruttificante , la vita priva di impulsi e di aggressività ; l’allergico ha bisogno di proteggersi , chiudersi ,incapsularsi.

Lo stesso vale per la paura dello sporco , di ciò che non è puro , pulito che si esprime nell’allergia per la polvere di casa. L’allergico cerca di evitare gli allergeni e anche gli ambienti corrispondenti . La medicina è “piena di comprensione per questo business” e allora si inventano i materassi e gli spray anti-acaro e ai giochi di potenza dell’ammalato non vengono posti confini , gli animali domestici vengono buttati fuori , i peluche fatti sparire , le tende , i tappeti , la pulizia diventa ossessiva e ossessionante .In questa tirannia nei confronti dell’ambiente circostante ,l’allergico trova un buon campo di azione per realizzare la sua aggressività repressa senza che nessuno se ne accorga. Domina la madre e l’ambiente , crea nell’oggetto del desiderio sensi di colpa etc…

Non si fa un buon servizio all’allergico incoraggiandolo nelle sue strategie difensive , lui deve conciliarsi con i nemici , deve imparare ad amarli.

La Medicina omeopatica definisce questo quadro un’ipersensibilità del sistema percettivo immunitario determinato da due fattori: la scarsa capacità dell’organismo nella completa elaborazione delle sostanze estranee e la debolezza dell’Io nel porre un limite, una barriera definita tra sé e il mondo esterno. Queste funzioni sono regolate dall'organizzazione senziente e dall'Io che in caso di allergia agiscono in modo non armonico. La terapia, secondo la visione omeopatica è volta a riequilibrare l’organizzazione senziente e a rafforzare l’Io nella funzione di barriera verso l’esterno, sia nelle mucose nasali che nella congiuntiva oculare col rimedio Simillimum che è individuale e scaturisce dal Colloquio Omeopatico fra medico esperto e paziente.

Il metodo della desensibilizzazione è buono come idea solo che andrebbe applicato su un piano più profondo di quello fisico.

Il trattamento omeopatico per tali pazienti - cronici - è una cura di tipo costituzionale.

Durante le crisi acute di asma di oculorinite o di raffreddore da fieno , peraltro , si dovrà instaurare un trattamento adeguato ; una volta superata la crisi si potrà riprendere la cura costituzionale.

Le allergie rispondono molto bene alla cura omeopatica spesso con una risoluzione dei sintomi già al primo ciclo di cura ; più frequentemente occorrono tre o quattro stagioni per eradicare completamente la malattia.

In questo caso si assiste alla necessità di dare una serie di rimedi differenti nel corso delle diverse stagioni fino al rimedio Simillimum di fondo definitivo.

Si assisterà così nelle stagioni successive a sintomi “allergici” sempre più sfumati. In questo caso non si deve cambiare rimedio costituzionale di fondo.

Come agisce il rimedio ?

Le fibre del sistema simpatico e parasimpatico hanno connessioni con le cellule del timo ,della milza e dell’intestino.Il rimedio omeopatico opera riequilibrando lo stimolo che dall’asse ipotalamo-ipofisario va ad influenzare il sistema neurovegetativo e la stimolazione delle sostanze della mediazione immunataria e infiammatoria : la sostanza P , la serotonina , il TRH (thyrotropin Releasing hormon),l’ACTH , le endorfine.

In sintesi il sistema nervoso centrale modifica le informazioni ormonali in grado di modulare le funzioni del sistema immunitario.

Ritorniamo a una serie di principi tipici dell’omeopatia che abbiamo già espresso. Innanzi tutto la funzione dell’unitarietà della risposta individuale. Nulla ,infatti , e più individuale di una risposta immunitaria .Non più apparati e funzioni distinte , ma correlazione tra le varie funzioni.

Accanto a questo l’ambiente , la struttura nella quale l’individuo è immerso ed è in grado di creare stimoli sia cognitivi (stress , emozioni) e stimoli non cognitivi (batteri) entrambi capaci di giungere alla stimolazione di ACTH. Non aspettarsi che una allergia scompaia nel giro di una stagione; è necessario il trattamento di fondo del paziente, condotto durante il resto dell’anno, per ottenere una progressiva riduzione dello stato allergico fino al suo eventuale dissolversi. Il che indica- se i parametri mentali , generali e fisici concordano – un rafforzamento ed un riequilibrio dello stato del paziente.

L’asma fa parte delle affezioni complesse e nondimeno diffuse che mettono in gioco la totalità di un malato. Questa ricerca d’aria così dolorosa suppone una disfunzione a tutti i livelli dell’organismo, nelle sue funzioni interne somato-psichiche ed esterne per la sua reattività ecologica con l’ambiente esterno.

Di conseguenza è una malattia che appassiona la pratica omeopatica poiché vi si trovano tutti gli aspetti preziosi per il nostro approccio: aspetti locali, regionali, psichici, eziologici senza parlare delle modalità, climatiche e non, che intervengono in modo costante nei sintomi della malattia.

E’ un bell’esempio della necessità dell’approccio globale. In medicina allopatica, il paziente asmatico si affanna a percorrere i vari studi di specialisti, i quali troveranno moltissimo materiale su cui operare.

Il pneumologo vedrà lo spasmo bronchiale, VEMS e beta2; l’ allergologo gli acari, i pollini, RAST, coirticoidi e desensibilizzazione, lo psichiatra le emozioni bloccate, ansiolitici o (nella migliore ipotesi) psicoterapia.

Certamente, è tutto questo, ma c’è molto di più di “tutto questo”.


PERCHE’ L’ASMA?

L’asma è per noi omeopati, una rottura del continum aereo.

L’organismo è un sistema di sistema chiuso in se stesso nella misura in cui un individuo è aperto su una biosfera da cui è dipendente.Dipendente fisicamente e psichicamente, questa apertura si fa a livello dei nostri cinque sensi, della sfera digestiva e della sfera respiratoria. Come il seno materno, che non ci dà solo il latte ma costituisce un veicolo di amore vitale, la nostra funzione respiratoria non vive solo questa ricerca di ossigeno (così paradossale, visto che è dal momento allo stesso tempo responsabile del nostro invecchiamento tissulare e della nostra morte). La respirazione, è anche penetrare l’universo, impregnarsi e addentrarsi nello strato più etereo ( i cinesi direbbero lo Yang) della nostra biosfera. L’approccio omeopatico dell’asma entra in questa logica duale della funzione respiratoria. E nello stesso tempo, la similitudine riconcilia gli spasmi bronchiali, inquinamento e conflitti inconsci. Potremmo studiare i nostri rimedi a fasi separate, per la loro azione puramente broncodilatatrice, anti-allergica o di controllo emozionale.

Potremmo allora vedere il nostro ARSENICUM ALBUM dallo psichismo ossessionante, dall’essere maniacale e dall’angoscia esistenziale così intensa in piena notte. Il nostro THUYA dal pensiero costante della sua malattia o il nostro PSORINUM disperato e sicuro della sua morte imminente.Potremmo vedere lo spasmo dominante del nostro IPECA, l’ipersecrezione bronchiale del nostro ANTIMONIUM TARTARICUM o l’infiammazione delle cellule ciliari del nostro DROSERA e tanti tanti altri rimedi che scaturiscono dal Colloquio e dalla Repertorizzazione Omeopatica


TRATTAMENTO DEL PAZIENTE ALLERGICO


1)La prima cosa da fare è individuare il PROPRIO RIMEDIO COSTITUZIONALE. Quindi comprendere se sei un Carbonico,un Sulfurico, un Fosforico o un Fluorico e fare la cura costituzionale indicata e questo si può fare già da subito!

(Individuate il vostro TIPO COSTITUZIONALE qui: https://www.omeobio.it/post/costituzioni-omeopatiche)


2)La seconda cosa è iniziare la cura desensibilizzante nel caso dei POLLINI tre mesi prima del periodo di scatenamento basandosi sulla propria esperienza o sui calendari dei pollini. Per il trattamento delle pollinosi, mettiamo a disposizione questa formulazione che combina miscele di pollini in potenza omeopatica. Il razionale è quello del principio isopatico, cioè del trattamento con l’ “identico” (e non col “simile” omeopatico) a scopo desensibilizzante. In pratica, se un soggetto è sensibile ai pollini di graminacee, si somministrano proprio pollini di graminacee diluiti e dinamizzati alla maniera omeopatica, in modo da desensibilizzare o immunizzare il soggetto per quell’allergene/tossina.



KIT DESENSIBILIZZANTE AI POLLINI PER RINITE e OCULORINITE ALLERGICA


3 flaconi da 50 ml con la seguente composizione:

1° flacone

  • da 3 a 5 componenti allergeni

( polvere, graminacee, latte, gatto………….) aa 9CH rappresenta il 60% della preparazione

  • Histaminum 9 e 15CH rappresenta il 10% della preparazione

  • Ribes nigrum MG 1DH rappresenta il 20% della preparazione

  • NIgella Sativa 1 DH rappresenta il 10% della preparazione

2° flacone

  • da 3 a 5 componenti allergeni

( polvere, graminacee, latte, gatto………….) aa 15CH rappresenta il 60% della preparazione

  • Histaminum 9 e 15CH rappresenta il 10% della preparazione

  • Ribes nigrum MG 1DH rappresenta 1i 20% della preparazione

  • NIgella Sativa 1 DH rappresenta il 10% della preparazione

3° flacone

  • da 3 a 5 componenti allergeni

( polvere, graminacee, latte, gatto………….) aa 30CH rappresenta il 60% della preparazione

  • Histaminum 9 e 15CH rappresenta il 10% della preparazione

  • Ribes nigrum MG 1DH rappresenta il 20% della preparazione

  • NIgella Sativa 1 DH rappresenta il 10% della preparazione


KIT DESENSIBILIZZANTE ASMA BRONCHIALE



3 flaconi da 50 ml con la seguente composizione:

1° flacone

  • da 3 a 5 componenti allergeni

( polvere, graminacee, latte, gatto………….) aa 9CH rappresenta il 30% della preparazione

  • Histaminum 9 e 15CH rappresenta il 10% della preparazione

  • Ribes nigrum MG 1DH rappresenta il 30% della preparazione

  • Viburnum Lantana 1 DH rappresenta il 20% della preparazione

  • Nigella Sativa 1 DH rappresenta il 10 % della preparazione

2° flacone

  • da 3 a 5 componenti allergeni

( polvere, graminacee, latte, gatto………….) aa 15CH rappresenta il 30% della preparazione

  • Histaminum 9 e 15CH rappresenta il 10% della preparazione

  • Ribes nigrum MG 1DH rappresenta il 30% della preparazione

  • Viburnum Lantana 1 DH rappresenta il 20% della preparazione

  • Nigella Sativa 1 DH rappresenta il 10 % della preparazione


3° flacone

  • da 3 a 5 componenti allergeni

( polvere, graminacee, latte, gatto………….) aa 30CH rappresenta il 30% della preparazione

  • Histaminum 9 e 15CH rappresenta il 10% della preparazione

  • Ribes nigrum MG 1DH rappresenta il 30% della preparazione

  • Viburnum Lantana 1 DH rappresenta il 20% della preparazione

  • Nigella Sativa 1 DH rappresenta il 10 % della preparazione


Compresse

Composizione:

Histaminum 6/9/15CH aa 60%

Poumon histamine15CH, Pollens 15CH, Lobelia inflata 5CH, Corteccia surrenale 5CH aa 30%

Apis 15/30CH, Aralia racemosa 15CH, Ipeca 6CH ,Histaminum 30 CH Cuprum 9 CH aa 10%

50 compresse da 100mg


POSOLOGIA gocce per desensibilizzazione

Per il primo mese 20 gtt del flacone 1 due volte al dì lontano pasti….sublinguali

Per il secondo mese 20 gtt del flacone 2 due volte al dì lontano pasti….sublinguali

Per il terzo mese 20 gtt del flacone 3 due volte al dì lontano pasti…. sublinguali

È preferibile se si curano le allergie stagionali incominciare a prendere i flaconi nei tre mesi precedenti al periodo di allergia


Posologia Compresse

Nel periodo di allergia o di attacco asmatico 1 compressa 3, 4, 5 volte al dì sciolta sotta la lingua….

Posologia dosi per attacco acuto di oculorinite o asma allergico

In caso di crisi acuta 20 gocce tre volte al giorno



COSTO: Il KIT Completo dei tre flaconi desensibilizzanti e la scatola da 50 compresse con la scelta individuale e da VOI indicata degli allergeni aerei ( Dermatophagoides polvere ? , Farine ?…Graminacee … Olivo… Ambrosia etc.) e' disponibile QUI, a soli 99 Euro spese di spedizione incluse.


Ecco l’elenco degli allergeni che abbiamo a disposizione e che dovrete scegliere sulla base delle indagini eseguite che siano RAST o Patch Test sulla cute o test tipo ISAC








747 visualizzazioni0 commenti

Comments


Ancora 1
bottom of page